La nuova Legge di Bilancio dal 1° Luglio 2019 sancisce l’obbligo di inviare telematicamente i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate per commercianti al minuto, ristoranti, alberghi e artigiani.
Le deadline obbligatorie sono:

✅ Per i contribuenti con volume d’affari superiore a € 400.000 (riferito al 2018), l’obbligo scatterà dal 01/07/2019:
✅Per i contribuenti con volume d’affari inferiore a € 400.000 (riferito al 2018), l’obbligo scatterà dal 01/01/2020

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre evidenziato che l’obbligo di certificazione delle operazioni fiscalmente rilevanti potrà avvenire unicamente attraverso sistemi elettronici (fatturazione elettronica e invio corrispettivi telematici).
Di conseguenza non sarà più possibile fornire forme di documentazione diverse (es. ricevute fiscali) che di conseguenza non saranno più accettate contestualmente l’avvio dell’obbligo di emissione dei corrispettivi telematici.
Lo Stato per agevolare questa incombenza ha previsto per il 2019 e 2020 a favore dei commercianti al minuto e gli altri soggetti assimilati, un contributo, sotto forma di credito d’imposta, del valore di:

€ 250 in caso di acquisto.
€ 50 in caso di adattamento tecnologico.

Il credito potrà essere recuperato nella prima liquidazione IVA periodica successiva al mese di annotazione della fattura d’acquisto o adattamento, a condizione che la fattura sia integralmente pagata e che il pagamento avvenga esclusivamente in maniera tracciabile  (assegni, bonifici,carte di credito o ricevute bancarie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *